L’Oms pubblica uno studio su Covid e under 18

Articolo pubblicato il giorno: 20 Gennaio 2021


Quando scatta una zona rossa sono i primi a restare a casa e gli ultimi a tornare alle loro attività quotidiane: i bambini e i  teenager del pianeta hanno dovuto imparare un nuovo modo di vivere la scuola, alle prese con la Dad – e mettere da parte socialità, abbracci, esperienze condivise. Un prezzo non basso quello pagato alla pandemia. Eppure, “di tutti i casi di Covid-19 segnalati dai Paesi nel 2020, gli under 18 pesano solo per l’8%, nonostante rappresentino il 29% della popolazione mondiale”, segnala l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), mentre la comparsa di varianti di Sars-CoV-2 rischia di cambiare ancora le carte in tavola. Studi e analisi sono “in corso soprattutto su questo: sull’impatto di nuove varianti” sui giovanissimi, assicura l’Oms.

Il dilemma, dopo un anno di pandemia, resta sempre lo stesso: c’è o no un ruolo significativo delle scuole nella trasmissione del virus? “Tutti vogliamo vedere i bambini tornare fra i banchi e tutti vogliamo assicurarci che le scuole siano luogo di apprendimento sicuro – premette il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus – Capire come Covid colpisce i bambini è stata una questione prioritaria”. L’arrivo alla fine del 2020 di nuove varianti più trasmissibili di Sars-CoV-2, avverte l’agenzia Onu per la salute, “richiede un’analisi aggiuntiva per sesso ed età, per misurare come e se queste varianti hanno un impatto diverso sui bambini. Se si scopre che sono più colpiti, potrebbe essere necessario adattare le misure sociali e di sanità pubblica“, avverte l’Oms in un focus pubblicato nel report settimanale, in cui fa il punto su cosa si sa finora su ragazzi e Covid.

Secondo l’Oms le considerazioni per decidere di chiudere, anche parzialmente o riaprire le scuole dovrebbero essere guidate da un approccio basato sul rischio, per massimizzare i benefici sia educativi che sanitari e prevenire una nuova epidemia di Covid nella comunità. Ma in ogni caso la chiusura della scuola dovrebbe essere adottata come ‘ultima spiaggia’, come rimedio temporaneo e solo a livello locale in aree con trasmissione intensa. Non solo: “Il tempo in cui queste scuole sono chiuse – ammonisce l’Oms – dovrebbe essere utilizzato per mettere in atto misure per prevenire e rispondere alla trasmissione quando le scuole riapriranno. Le autorità sanitarie e educative dovrebbero continuare a monitorare nuove informazioni e ricerche, in particolare per quanto riguarda la comparsa delle nuove varianti”.

Senz’altro sui numeri di Covid fra i giovani pesa il fatto che le infezioni lievi potrebbero essere state sottostimate, visto che bambini e adolescenti hanno maggiori probabilità di presentare pochi o zero sintomi (solo lo 0,2% dei decessi è stato segnalato in under 20), ripercorre l’Oms. Sempre secondo questi studi gli under 10 sono meno suscettibili e meno contagiosi di quelli più grandi. E invece gli adolescenti tra 16 e 18 anni trasmettono il virus con la stessa frequenza degli adulti. Differenze fra i bambini e gli adulti si riscontrano anche nella carica virale, che peraltro sembra andare incontro nei più piccoli a un più rapido declino.

Stress, ansia, servizi interrotti, perdita dell’interazione fra pari: l’elenco dell’effetto Covid sui più piccoli è lungo, senza tralasciare che lasciarli a casa può influenzare la possibilità dei genitori di lavorare, introducendo altri rischi, segnalano gli esperti. Sono rischi reali tanto da far dire a Audrey Azoulay, direttore generale dell’Unesco, che “sostenere scuole sicure deve essere una priorità”. E, come aggiunge Henrietta Fore (Unicef), “nel secondo anno della pandemia, non si dovrebbe risparmiare nessuno sforzo per mantenere le scuole aperte o dare loro priorità nei piani di riapertura“.

L’elenco delle evidenze raccolte in questo campo è lungo. Fra le conclusioni evidenziate dall’Oms, una su tutte: “La trasmissione nella comunità si riflette nell’ambiente scolastico“, è il primo punto fermo. “E quando questa circolazione virale è bassa, con misure appropriate è improbabile che i bambini e le scuole siano i principali motori della trasmissione di Covid. Dove c’è trasmissione diffusa o casi in aumento, le misure preventive e protettive nelle scuole sono essenziali per prevenire la trasmissione“.  Un esempio di quel che può accadere senza interventi preventivi è l’epidemia che si è verificata in Israele a maggio in una scuola con aule climatizzate, in cui trascorrevano le loro ore 30 alunni in media e tutti senza mascherine. Risultato: 153 studenti e 25 operatori positivi.

Le scuole dovrebbero dunque avere “piani pronti, ventilazione adeguata, pratiche igieniche e regole sull’uso della mascherina e il distanziamento“, indica l’Oms, evidenziando anche che “potrebbero essere necessarie misure di prevenzione e controllo delle infezioni più forti per le scuole secondarie, in particolare superiori, e gli studenti più grandi rispetto a quelli delle primarie. Insegnanti e personale scolastico devono rimanere vigili per prevenire l’esposizione al di fuori della scuola“.

Coronavirus: segui qui gli aggiornamenti della nostra redazione 

 

(Fonte Adnkronos)



SCARICA LA NOSTRA APP:






ARCHIVIO NOTIZIE

C’è un primo tocco di autunno nel panino di Daniele Reponi

Inauguriamo la stagione della zucca con il nuovo panino proposto da Daniele Reponi. Gli ingredienti: pane croccante, zucca, sarde, cipolla, lattuga. Come abbinare questi fantastici prodotti? Sentite il procedimento del Re dei Panini:   (Foto da Canva)

“Il primo amore” tra i panini

Puntata nostalgica quella di oggi con Daniele Reponi, che ci propone uno dei primi panini della sua carriera. Una ricetta che con la sua semplicità, negli ingredienti e nella preparazione, può fare lasciare il segno. Stiamo parlando di un panino...

Tornano le ricette di Daniele Reponi, oggi con un “Peccato di gola”

La ricetta che segna il ritorno di Daniele Reponi si distingue per gusto e semplicità, una combo di sicura efficacia. Il panino di questa volta, si chiama “Peccato di gola”. Ecco gli ingredienti: – Pane in cassetta con noci e...

    Vedi altri...

Il Consorzio di Tutela del Grana Padano presente al FOOD&SCIENCE FESTIVAL

Anche quest’anno il FOOD&SCIENCE FESTIVAL, in programma a Mantova dal 30 settembre al 2 ottobre vede come Main Partner il Consorzio di Tutela del Grana Padano, il formaggio a denominazione d’origine protetta più consumato nel mondo con 5,2 milioni di...

La Fiera dell’Elettronica e del Radioamatore torna a Gonzaga

Torna a Gonzaga, in provincia di Mantova, nel polo espositivo della Fiera Millenaria, la Fiera dell’Elettronica e del Radioamatore: l’appuntamento cult con la tecnologia si terrà sabato e domenica (24-25 settembre) dalle 8,30 alle 18. Confermati 6 padiglioni di esposizione,...

70 anni di Krisma: un compleanno speciale con Jerry Calà e Radio Pico

È una storia lunga quella che si accompagna all’azienda familiare Krisma di San Benedetto Po di Mantova, partita nel 1952 con 6 vacche e una piccola produzione di latte, e arrivata fino ad oggi con 160 biolche di terreno, 350...

    Vedi altri...

Tutto pronto per la Festa dell’Uva e del Vino di Bardolino

Dal 29 settembre al 3 ottobre a Bardolino, in provincia di Verona, è in programma la Festa dell’Uva e del vino, tradizionale appuntamento nato per omaggiare il vino simbolo di un territorio, dal Classico al Superiore e al Chiaretto.  ...

Domenica 25 settembre si viaggia nel tempo al parco Giardino Sigurtà

È uno degli eventi più apprezzati del calendario eventi del Parco Giardino Sigurtà: Viaggio nel Tempo tornerà per la settima edizione domenica 25 settembre 2022 in una cornice naturale strepitosa. Sarà come fare un salto nel passato con una giornata...

A Bussolengo arriva l’International Street food 2022

Sarà a Bussolengo (Vr) la 54° tappa della VI Edizione dell’International Street food 2022, la più importante manifestazione di street food esistente in Italia, organizzata da Alfredo Orofino. Inizierà in Piazza del Grano venerdì 23 settembre dalle ore 18, per...

    Vedi altri...

Da WAMGROUP di Cavezzo un bonus di 200 euro in buoni carburante per tutti gli 800 dipendenti italiani

Anche WAMGROUP® in questi giorni è intervenuta per sostenere i propri dipendenti alle prese con i costi crescenti di bollette, alimenti e carburante. Come previsto dal Decreto Aiuti Bis, per rispondere agli effetti della crisi energetica, il Gruppo WAM® e...

Si terrà a Modena la IX edizione del “Premio Pierangelo Bertoli”

Il 1° novembre, alle ore 21.00, al Teatro Storchi di Modena si terrà la serata finale della 9ª edizione del PREMIO PIERANGELO BERTOLI. Per la sezione Big, il PREMIO PIERANGELO BERTOLI sarà consegnato a un cantautore della musica italiana con...

Pork Factor 2022: sono 25mila gli euro donati a 5 realtà dedicate ai bambini

Dopo due estati di pausa forzata dovute all’emergenza Covid, è tornato uno degli appuntamenti clou dell’estate della Bassa Modenese. Il Pork Factor Weekend si è svolto in 3 serate fatte di buona cucina, divertimento e musica, da venerdì 17 a...

    Vedi altri...

Ligabue dal 27 settembre all’Arena di Verona con 7 concerti sold out

Dopo il successo dell’evento “30 ANNI IN UN GIORNO” (il 4 giugno alla RCF Arena – Campovolo di Reggio Emilia), da martedì 27 settembre, LUCIANO LIGABUE torna sulle scene live con 7 imperdibili concerti, già tutti SOLD OUT, all’Arena di...

“Stella di mare” l’inedito duetto tra Lucio Dalla e Cesare Cremonini

Cesare Cremonini torna con un emozionante duetto con Lucio Dalla sulle note del brano capolavoro “Stella di Mare”, in un’inedita versione in uscita giovedì 29 settembre. Si tratta di un’operazione artistica senza precedenti: per la prima volta, infatti, grazie a...

“Federico Fellini” è il nuovo singolo di Giusy Ferreri

Da venerdì 23 settembre sarà in radio “FEDERICO FELLINI” (scritto da Diego Mancino, Giulia Anania, Daniele Coro), il nuovo singolo di GIUSY FERRERI estratto dall’album “CORTOMETRAGGI” (Columbia/Sony Music), il sesto album in studio dell’artista. «Ti voglio bene per come sei...

    Vedi altri...


I commenti sono chiusi.