Veneto, il progetto per la fase 2: Covid Manager e decalogo comportamentale

Articolo pubblicato il giorno: 17 Aprile 2020


Riaprire sì, il prima possibile rispettando i responsi degli esperti, ma anche creando le condizioni per una estrema sicurezza sanitaria, prima di tutto per i lavoratori e per tutti coloro che, a diverso titolo, frequenteranno le aziende, dai titolari ai fornitori. E’ questa la linea tracciata dal Progetto “FASE 2 – Riapertura delle Attività Produttive” in Veneto, elaborato e definito dalla Regione del Veneto (Direzione Prevenzione e Direzione ICT e Agenda Digitale) e da Azienda Zero, posto sul tavolo del confronto con le parti sociali, convocato in videoconferenza oggi pomeriggio dall’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin. Agli interlocutori, la Regione ha chiesto di far pervenire a stretto giro le proprie osservazioni e suggerimenti allo scopo di poter inviare al Governo già lunedì l’intero progetto condiviso.

Il Progetto, particolarmente dettagliato, ha tre obiettivi principali: supportare le aziende nella fase della riapertura delle attività produttive, definire una serie di linee guida di prevenzione per garantire la salute pubblica attraverso il “manuale della riapertura”, acquisire evidenze scientifiche realizzando un Progetto Pilota su una ventina di aziende del territorio (per un numero complessivo di 3 mila lavoratori coinvolti e con il coinvolgimento dei medici del lavoro) per raccogliere precise indicazioni epidemiologiche, organizzative e di processo per aggiornare passo dopo passo il “manuale”.

“Ho sempre detto che, quando il Governo nazionale (che ne ha la competenza esclusiva) avesse attivato la riapertura, il Veneto si sarebbe fatto trovare pronto – dice il Presidente della Regione Luca Zaia – e così è. E’ ormai chiaro che con questo virus si deve imparare a convivere, perché ne avremo a che fare a lungo. Ma l’economia, nel frattempo, non può e non deve morire. Con questo Piano riteniamo di aver equilibrato due esigenze primarie come la salute della gente e la ripresa del lavoro. Abbiamo pensato prima di tutto ai lavoratori, perché saranno loro il vero cuore della ripartenza e per nessun motivo al mondo dovranno essere esposti a rischi inutili. Se non si è in grado di garantirli, allora non si apra”.

Il Manuale rappresenta una evoluzione delle indicazioni internazionali e nazionali e le traduce in una semplice linea d’azione per aiutare le aziende a garantire la riapertura in sicurezza. Per farlo si attiveranno tre fasi: l’individuazione in ogni azienda di un Covid-Manager come figura di riferimento dell’intero processo; la definizione di un Piano aziendale dei “rischi Covid”; la definizione e applicazione rigorosa di dieci indicazioni operative da attuare in azienda.

Eccole:
● Igienizzazione e sanificazione degli ambienti di lavoro
● Informazione e formazione di tutto il personale
● Incentivazione di smart working e limitazione delle occasioni di contatto
● Rilevazione della temperatura corporea di lavoratori, fornitori, visitatori
● Obbligo di utilizzo di guanti e dispositivi di protezione delle vie respiratorie
● Mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro (criterio di distanza “droplet”) sia nelle postazioni di lavoro che negli ambienti comuni
● Rigorosa igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie
● Uso razionale dei test diagnostici.
● Tutela dei lavoratori più vulnerabili
● Gestione degli eventuali casi di positività

La Regione, inoltre, attiverà direttamente alcuni significative azioni di supporto delle aziende, tra le quali:
● Un supporto di informazione e formazione, e tutorial per i datori di lavoro, per i Covid-Manager e per il lavoratori
● Un sistema di verifica accessibile alle singole imprese che mette a disposizione i “livelli di rischio” dei lavoratori, ottenuti dal sistema di biosorveglianza regionale come, ad esempio, lavoratori non reintegrabili per positività o isolamento o lavoratori reintegrabili con associato il profilo di rischio
● Predisposizione di un eventuale sistema di comunicazione diretta, tramite APP, per i lavoratori con finalità informative, di autodiagnosi, e con altre funzionalità che potranno essere attivate sulla base dell’evoluzione dello scenario.

FASE PRECEDENTE ALLA RIAPERTURA
Passo 1 L’azienda concorda con i rappresentanti dei lavoratori le modalità di partecipazione al percorso pilota di riapertura delle attività produttive nel rispetto dei vincoli e dei criteri disposti dal progetto regionale
Passo 2 L’azienda individua la lista dei lavoratori che vorrebbe riammettere in servizio ed una serie di informazioni a corredo (CF, cell, mail, sede di lavoro, domicilio, etc) e invia informaticamente tale lista alla Regione
Passo 3 I soggetti vengono incrociati con:
◆I dati anagrafici e delle esenzioni, i dati dei tamponi, dei soggetti in isolamento
◆Vengono quindi profilati in “già infettati”, “guariti”, “in isolamento”, “stato non noto”
◆Solo i soggetti “guariti” e “stato non noto” (ma non “in isolamento”) vengono indicati come ri-ammissibili al lavoro (ad eccezione delle categorie a rischio)
Passo 4 Viene restituita all’azienda la lista dei lavoratori reintegrabili (da sottoporre a test sierologico quali-quantitativo e tampone) e la lista dei NON reintegrabili
Passo 5 Viene inviato un questionario per misurare il tasso di contatti (contact-rate) durante l’attività lavorativa, per completare successivamente il profilo di rischio del lavoratore

FASI PER L’INGRESSO IN AZIENDA
Passo 6 e 7  viene effettuato il prelievo (in azienda, ambulatorio o laboratorio) per il test sierologico quali-quantitativo e si effettua il tampone naso-faringeo
Passo 8 e 9 i risultati vengono registrati nel sistema di biosorveglianza → in base agli esiti dei risultati si dispone il reintegro o meno del lavoratore in Azienda (per il dettaglio si rimanda al protocollo di screening)

FASI DI CONTROLLO
Passo 10 – 11 sulla base degli esiti del test sierologico quali-quantitativo e del tampone viene restituita all’azienda la lista dei lavoratori per profilo epidemiologico (suscettibili, immunizzati, guariti) da sottoporre a controllo periodico come da protocollo di screening (con test rapidi e verifica temperatura)
Passo 12 i risultati dei test sierologici rapidi DEVONO essere registrati sul sistema di biosorveglianza
Misura aggiuntiva ogni giorno viene misurata la temperatura ai lavoratori prima dell’ingresso in azienda. Se > di 37.5 °C il lavoratore non viene ammesso al lavoro e viene segnalato al MMG e al SISP.

Coronavirus: segui qui gli aggiornamenti della nostra redazione



SCARICA LA NOSTRA APP:





[aas_zone zone_id="11312"]

ARCHIVIO NOTIZIE

Gemelli: approfondiamo il tema con Elena Meli di Focus

Oggi a Passepartout, abbiamo approfondito il tema dei gemelli con Elena Meli di Focus.  La prima cosa da sapere è la differenza tra gemelli monozigoti e dizigoti dove i primi hanno lo stesso Dna, identico al 100%, in quanto derivano...

I singoli in gara al 74esimo Festival di Sanremo

Ecco le 30 canzone inedite presentate al Festival di Sanremo che potremo ascoltare dal 6 al 10 febbraio 2024.  Come per l’edizione 2023, in gara tra i Big, anche i giovani vincitori che si sono sfidati lo scorso 19 dicembre...

Cammini e turismo escursionistico: in Italia quasi 4 milioni di visitatori ogni anno

Una ricerca recente, realizzata da Enit e Touring Club, ha messo in ordine i cammini italiani e l’offerta turistica relativa: 100 i percorsi individuati per circa 30mila km complessivi. La ricerca pone l’accento sul turismo escursionistico, ovvero un turismo itinerante,...

    Vedi altri...

20^ Mostra Nazionale dei vini passiti e da meditazione

A Volta Mantovana il 25, 26, 27 e 28 Aprile 2024 si terrà la mostra nazionale dei vini passiti e da meditazione. Anche quest’anno le Colline Moreniche di Volta Mantovana ospiteranno la ventesima edizione della manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale e...

Assegnata la Borsa di Studio in memoria della nostra amica e collega Giorgia Veneziani

È stata assegnata la Borsa di Studio “Il mestiere della Radio”, istituita da Radio Pico in collaborazione con il Comune di Ostiglia, in ricordo della nostra amica e collega Giorgia Veneziani venuta a mancare un anno e mezzo fa.  Il...

Inaugurata la tratta lombarda della Ciclovia turistica nazionale del Sole

È stata inaugurata la tratta lombarda della Ciclovia turistica nazionale del Sole. Dieci comuni mantovani – Ponti sul Mincio, Monzambano, Goito, Marmirolo, Porto Mantovano, Mantova, Borgo Virgilio, Bagnolo San Vito, San Benedetto Po e Moglia – sono ora ufficialmente inseriti...

    Vedi altri...

Angela Finocchiaro e Bruno Stori in scena con “Il Calamaro Gigante” al Teatro Salieri di Legnago (Vr)

Il 16 aprile alle 20.45, sul palco del Teatro Salieri di Legnago (Vr) andrà in scena Angela Finocchiaro e Bruno Stori con Il Calamaro Gigante, per la regia di Carlo Sciaccaluga, dall’omonimo romanzo di Fabio Genovesi in un atteso adattamento...

Sabato 4 e domenica 5 maggio l’evento “Cerea Remember”

Sabato 4 maggio e domenica 5 maggio, l’associazione Quartiere Cerea Sud con il patrocinio di città di Cerea e Pro Loco Cerea, organizza a Cerea di Verona l’evento “Cerea Remember”. Presso il Piazzale Sede Quartiere Località Pelaloca, sabato 4 maggio...

Vinitaly torna a Veronafiere dal 14 al 17 aprile

In partenza la nuova edizione di Vinitaly che torna a Veronafiere dal 14 al 17 aprile, con oltre 4mila aziende espositrici, in 17 padiglioni, pari a 100mila metri quadrati netti di stand da visitare. Nelle quattro giornate del 56° salone...

    Vedi altri...

“Incontri con l’autore” a Mirandola (Mo): Gino Cecchettin presenterà il suo libro “Cara Giulia. Quello che ho imparato da mia figlia”

A Mirandola (Mo) è in programma sabato 13 Aprile alle 17, presso la sala “Fondo Tagliata”, il terzo appuntamento della rassegna “Incontri con l’autore” di Avis Mirandola. Per l’occasione Gino Cecchettin presenterà il suo libro “Cara Giulia. Quello che ho...

Venerdì 12 aprile la terza edizione del Gianni Vancini & Friends 2024

A Mirandola (Mo), presso l’Auditorium Rita Levi Montalcini, venerdì 12 aprile alle ore 21:00 l’appuntamento con l’attesissimo concerto “Gianni Vancini & Friends”. Per la terza edizione, il noto sassofonista mirandolese si esibirà con ospiti internazionali per offrire al pubblico una...

Appuntamento con la prevenzione il 14 aprile insieme ai Club Lions

Il 14 aprile i Club Lions incontreranno la cittadinanza in piazza. Si tratta del consueto appuntamento annuale con il Lions Day, appuntamento organizzato per dare visibilità all’Associazione internazionale Lions e agli scopi ed iniziative organizzate dai vari Club sul territorio....

    Vedi altri...

“PFM canta De André Anniversary” al Gran Teatro Morato di Brescia

A distanza di 45 anni dal tour “Fabrizio De André e PFM in concerto”, venerdì 19 aprile alle ore 21.15 al Gran Teatro Morato, in via san Zeno 168 a Brescia, si terrà il concerto: “PFM canta De André Anniversary”,...

“The blues Brothers” al Gran Teatro Morato di Brescia

Mercoledì 17 aprile 2024 alle 21,15, al Gran Teatro Morato, in via San Zeno 168 a Brescia, si terrà lo spettacolo “The blues Brothers”, con Brad Henshaw nel ruolo di Jake. Durante gli anni ’70, da una commedia di John Belushi e Dan Aykroyd,...

Laura Pausini dei Record: a novembre le nuove date del World Tour Winter 2024

È calato da poche ore il sipario sul palco dello storico The Theater At Madison Square Garden di New York, ultima tappa per la leg americana del Laura Pausini World Tour 2023/2024. Laura ha salutato gli Stati Uniti con un...

    Vedi altri...


I commenti sono chiusi.