Halloween: la vera origine di questa usanza

Articolo pubblicato il giorno: 31 Ottobre 2022


A differenza di quello che credono in molti, Halloween non nasce negli Stati Uniti ma in Irlanda intorno al 4.000 a.C.. Secondo alcuni studi, infatti, pare che le origini vadano cercate nella festa celtica di Semhain che coincide con il Capodanno celtico. I celti erano soliti misurare il tempo in base alle fasi del raccolto, il Semhain corrispondeva alla fine dell’estate e l’inizio dell’inverno, oltre all’ultimo raccolto prima dell’inizio della stagione fredda. Le ambientazioni macabre con un forte riferimento a morti, cimiteri e mostri è dovuto al fatto che i celti erano convinti che in questo periodo dell’anno la distanza tra regno dei vivi e aldilà si assottigliasse fino a permettere ai due mondi di entrare in comunicazione tra loro. Per questo motivo, si credeva che le persone scomparse potessero tornare per dialogare con i cari da cui si erano separati.
Il legame con il nostro Ognissanti (1° novembre) si deve prima ai Romani, che hanno istituito la festa dei morti, e poi ai cristiani, che hanno dato vita a Ognissanti (Halloween significa “All hallow’s eve”, che in inglese antico è esattamente la vigilia di Ognissanti).
Halloween ha poi iniziato a spopolare negli Stati Uniti grazie alle migrazioni che si sono verificate dall’Europa nel corso dell’800.

Simbolo della ricorrenza è sicuramente la zucca. Anche questa usanza è di derivazione irlandese e prende spunto dalla leggenda di Jack, secondo la quale questo fabbro irlandese ubriacone, che più volte nel corso della sua vita riuscì ad ingannare il diavolo, al momento della morte venne cacciato sia dal Paradiso che dall’Inferno. L’anima di Jack, allora, restò intrappolata nel mondo dei vivi, dove si trovò a vagare tenendo in mano una fiamma eterna dell’inferno che posizionò all’interno di una rapa.
Durante la notte di Halloween, secondo la leggenda, Jack vaga sulla terra alla ricerca di un rifugio: gli abitanti, per indicare a Jack che nelle loro case non c’è posto per lui, devono appendere una rapa-lanterna all’esterno dell’abitazione. Questo è il motivo per cui gli irlandesi iniziarono a intagliare gli ortaggi, usanza che portano negli Stati Uniti dove passarono però alle zucche, più grandi delle rape e più semplici da intagliare.

È vero che si tratta di una tradizione irlandese, ma siamo così sicuri che in Italia questa usanza non sia mai esistita prima? In realtà in tutto il Nord c’era la tradizione delle lumere, che prevedeva di intagliare delle zucche e lasciarle nei pressi dei cimiteri e delle chiese proprio nel giorno dei morti, così da indicare la strada alle anime dei defunti. Anche in Toscana c’era un’usanza simile tra i bambini, quella della “morte secca”, con una zucca svuotata e intagliata in cui si posizionava un lumino: l’ortaggio si poggiava su un muretto, vestito di tutto punto, così da spaventare le persone. In Calabria, a Vibo Valentia, c’era l’usanza di andare in giro con una zucca svuotata chiedendo alle persone “Mi lu pagati lu coccalu?”, ovvero “mi pagate il teschio del morto?”, chiedendo dei soldi: suona familiare? Secondo alcuni studiosi la tradizione del “dolcetto o scherzetto” è legata proprio alla terra calabra.

Ancora oggi la notte di Sant’Andria, il 30 novembre, la Sardegna si riunisce per una festa legata al culto di Bacco. I giovani svuotano le zucche, vi posizionano una piccola candela e se l’appendo al collo girando per le strade nella speranza di racimolare dolci e monete. La festa finisce nelle piazza principali dei paesini, in cui tutti si dividono “il bottino” e mangiano insieme le caldarroste col vino; a Serramonacesca, in provincia di Pescara, il 31 ottobre e l’1 novembre i bambini vanno in giro bussando alle porte proprio con una zucca che simula una lanterna, chiedendo un “dolcetto o scherzetto”, non per ricevere dolci ma “pe’ll  alme de le muorte”, ovvero per l’anima dei defunti. Questa festa è antichissima e, si presume, legata ai riti celti di alcuni immigrati delle epoche passate. L’usanza è molto bella perché in tanti borghi d’Abruzzo le persone espongono lumi e candele per “accogliere i defunti” e preparano cibo, vino e qualche abito da offrire ai propri cari. Anticamente le persone più povere “sfruttavano” questa usanza per racimolare pasti gratis e vestiti dismessi, oggi invece i bambini ne approfittano per guadagnarsi dei dolcetti, proprio come fanno i “colleghi” negli Stati Uniti.

 

(Foto da Canva)

 



SCARICA LA NOSTRA APP:






ARCHIVIO NOTIZIE

Pecorino protagonista nel nuovo panino di Daniele Reponi

Ecco gli ingredienti della nuova ricetta di Daniele Reponi, il re dei panini: pane alla curcuma, melanzana scottata, pomodoro fresco, pecorino, pesto di cavolo nero e mandorle tostate, menta fresca. Di seguito il procedimento:   (Foto da Daniele Reponi)

A cosa serve ridere? Lo scopriamo insieme Focus

Voi lo sapete a cosa serve ridere? Lo abbiamo scoperto grazie alla redattrice di Focus, Elisa Venco, che, ospite di Passepartout, ci ha spiegato come la risata serva per entrare in comunicazione con chi ci circonda. Chi credeva che la...

Veganuary: il mese dedicato all’alimentazione vegetale

Anche quest’anno torna il Veganuary, la sfida globale che dal 2014 invita a mangiare vegano per tutto il mese di gennaio. Un’iniziativa che tenta di avvicinare quante più persone possibili all’alimentazione vegetale, come ci ha spiegato la biologa nutrizionista Elena...

    Vedi altri...

Smog: situazione critica in molte città italiane tra cui Modena, Mantova e Padova

Sono 72 le città italiane che, secondo il rapporto di Legambiente, sarebbero risultate fuorilegge nel 2022 per salute umana in relazione alla quantità di polveri sottili Pm10, avendo superato il limite raccomandato dall’Organizzazione mondiale della Sanità come media annuale di...

In Fiera a Brescia arriva Cosmodonna

Cosmodonna, la fiera nazionale dedicata all’universo femminile, torna per la seconda edizione  alla fiera di Brescia dal 31 marzo al 3 aprile 2023. Non solo stand, ma un contenitore di progetti e approfondimenti dove tutto parla della donna e delle...

A Mantova si gioca a Quidditch

Il quidditch, lo sport dell’universo di Harry Potter, è arrivato anche a Mantova grazie a venticinque ragazzi che due volte alla settimana si ritrovano in piazza Virgiliana per allenarsi. Scope volanti a parte, lo sport è fedele a quello praticato...

    Vedi altri...

Abeo: quattro nuovi appartamenti per i piccoli pazienti di oncoematologia pediatrica

Inaugurati presso Villa Fantelli i lavori di un progetto desiderato e voluto da ABEO, l’Associazione bambino emopatico e oncologico di Verona. Si tratta della realizzazione di 4 nuovi alloggi, nati per ospitare le famiglie e i piccoli pazienti immunosoppressi in...

Coldiretti: con Orto 4.0 si risparmia il 20% di acqua

In occasione della Fieragricola Tech di Verona, Coldiretti, con l’orto 4.0, ha presentato le ultime novità tecnologiche applicate alle produzioni agricole per combattere gli effetti dei cambiamenti climatici, aumentare le rese e garantire sostenibilità e difesa ambientale. Dai sensori antisiccità per...

Bussolengo si veste a festa in occasione della tradizionale Fiera di San Valentino

È in programma dall’11 al 14 febbraio a Bussolengo, in provincia di Verona, la 312° Fiera di San Valentino, appuntamento molto apprezzato e sentito non solo dalla sua comunità ma dagli abitanti di tutta la provincia con eventi, spettacoli, gastronomia,...

    Vedi altri...

Sport, passione e divertimento: si è conslusa la 49ª edizione della Corrida di San Geminiano

Si è conclusa l’edizione numero 49 della corsa dedicata al Patrono di Modena, tornata a pieno regime dopo due edizioni virtuali ed una ribattezzata “Dell’Angelo”. La corrida di San Geminiano di quest’anno è stata vinta da Iliass Aouani, ed Elisa...

Smog: situazione critica in molte città italiane tra cui Modena, Mantova e Padova

Sono 72 le città italiane che, secondo il rapporto di Legambiente, sarebbero risultate fuorilegge nel 2022 per salute umana in relazione alla quantità di polveri sottili Pm10, avendo superato il limite raccomandato dall’Organizzazione mondiale della Sanità come media annuale di...

A Bologna è tempo di Nerd Show

Videogiochi, fumetti, cosplayer, fantascienza, computer, sigle di cartoni animati, modellismo, mattoncini per le costruzioni, tecnologia o serie tv, l’universo del Nerd Show arriva a BolognaFiere sabato 11 e domenica 12 febbraio. Nerd Show offre l’opportunità di assaggiare tutti i gusti...

    Vedi altri...

“30 anni in un giorno” il film sul ritorno di Luciano Ligabue con il concerto di Campovolo 2022

Dopo il grande evento di Campovolo dello scorso giugno, in cui Luciano Ligabue è tornato sul palco a distanza di due anni dall’ultimo concerto a causa dell’emergenza sanitaria, l’incredibile esperienza di quella serata arriva al cinema. “Ligabue. 30 anni in...

Laura Pausini: tre date a Venezia e due a Siviglia

Dopo le numerose richieste e l’ottima risposta del pubblico, è stato deciso di aggiungere il terzo appuntamento di Laura Pausini in Piazza San Marco domenica 2 luglio. Lo stesso è stato deciso anche per il concerto a Siviglia, con una...

Francesco Renga e Nek insieme all’Arena di Verona

Francesco Renga e Nek Filippo Neviani si esibiranno insieme in questo 2023 all’Arena di Verona, il 5 settembre, per celebrare sul palco rispettivamente i 40 e i 30 anni di carriera artistica. “Renga Nek” rappresenta una serata da non perdere...

    Vedi altri...


I commenti sono chiusi.