Covid-19: il prezzo della pandemia per le imprese Venete

Articolo pubblicato il giorno: 25 Agosto 2020


Le imprese del Veneto pagano un prezzo salato a causa del Covid 19, ma sono anche quelle che stanno dimostrando, nel panorama nazionale, segni di resilienza e di recupero. E’ quanto rileva l’ultimo rapporto “Statistiche Flash” dell’Ufficio Statistica della Regione Veneto dedicato agli effetti della crisi generata dalla pandemia sul tessuto produttivo veneto. L’analisi, derivata dalla rilevazione Istat di maggio su “Situazione e prospettive delle imprese nell’emergenza sanitaria Covid-19”, prende in considerazione un campione rappresentativo di quasi 103 mila imprese venete.

I numeri del lockdown. Circa 3 imprese su 10 in Veneto hanno lavorato anche nei mesi di lockdown, e un terzo (32%) ha ripreso prima del 4 maggio: una quota significativamente superiore al valor medio nazionale (22,5%), anche per un forte ricorso a richieste in deroga. Quasi quattro imprese su 10, invece, hanno sospeso in toto le attività, spesso anche dopo il 4 maggio. A chiudere definitivamente i battenti o a prevedere di non riprendere l‘attività entro il 2020 sono l’1,4% delle imprese. Si tratta in particolare di imprese delle costruzioni e dei servizi, di agenzie di viaggio e tour operator, di imprese di assistenza sociale non residenziale, o attività creative ed artistiche, sportive, culturali, nei servizi di alloggio e ristorazione e nel settore dell’istruzione.

Crollo dei fatturati. Il conto economico è pesante: tra marzo e aprile 4 imprese su 10 hanno visto ridursi il fatturato di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per un ulteriore 12,6% di imprese venete il fatturato nel bimestre osservato si è azzerato. Cinque imprese su 100 hanno invece registrato fatturati in crescita e un altro 10 per cento del campione è riuscito a mantenere un fatturato pressoché stabile.

Strumenti anti-crisi. Ad aiutare le imprese sono stati soprattutto gli ammortizzatori sociali e nuove modalità di gestione del personale, dai congedi allo smart working. La tipologia di misure di gestione del personale cui le imprese hanno fatto maggior ricorso è quella della Cassa integrazione guadagni (Cig) o di strumenti analoghi come il Fondo integrazione salariale (Fis), che ha riguardato il 60,1% delle imprese venete. Le imprese hanno poi fatto ricorso allo smaltimento delle ferie maturate dai propri dipendenti (46,4%), alla riduzione delle ore o dei turni di lavoro (29,3%), all’introduzione o estensione dello smart working (22%), al rinvio delle assunzioni previste (13,9%), alla rimodulazione dei giorni di lavoro e alla formazione aggiuntiva dei lavoratori (entrambe dichiarate dal 9,1% delle imprese).

Problema liquidità. A preoccupare gli imprenditori veneti è soprattutto la crisi di liquidità: circa un’impresa su due prevede una mancanza di liquidità nel corso del 2020 e più di una impresa su 3 prevede seri rischi operativi e di sostenibilità dell’attività (35,1% in Veneto, 38% in Italia). Oltre il 30% delle imprese venete teme, inoltre, che si ridurrà la domanda nazionale e locale dei propri prodotti e servizi. Soltanto il 13,5% delle imprese venete dichiara di non aver avuto alcun particolare effetto sull’attività della propria impresa a causa dell’emergenza sanitaria. Il fabbisogno di liquidità generato dalla crisi legata all’emergenza sanitaria ha spinto il 43,5% delle imprese venete a ricorrere a un nuovo debito bancario, anche tramite le misure di sostegno disposte in materia. Tra le altre forme di credito bancario, il 24,7% delle imprese venete ha scelto di fare ricorso ai margini disponibili sulle linee di credito e il 16,4% ha richiesto un differimento nei rimborsi dei debiti. Una impresa su 4 è ricorsa alla modifica delle condizioni e dei termini di pagamento con i fornitori; soltanto l’11,5% ha adottato modifiche di condizioni e termini di pagamento con la clientela.

Le imprese si reinventano. Se quasi 4 imprese su 10 non hanno adottato alcuna strategia, 6 su 10 in Veneto hanno cercato o stanno cercando nuove strade. La principale strategia adottata per rispondere alla crisi causata dall’emergenza sanitaria è la riorganizzazione dei processi e degli spazi di lavoro o commerciali, che riguarda il 18,9% delle imprese. Le altre principali azioni messe in campo riguardano la modifica o l’ampliamento dei canali di vendita o dei metodi di fornitura o consegna dei prodotti o servizi (14,6% delle imprese venete) e il differimento o annullamento dei piani di investimento (14,5%). Alla riduzione sostanziale del numero dei dipendenti ha fatto ricorso il 9,2% delle imprese venete, mentre una impresa su 10 ha scelto di intraprendere la produzione di nuovi beni e servizi non connessi con l’emergenza sanitaria, l’8,5% sta perseguendo nuovi modelli di business, e il 7,5% ha accelerato la transizione al digitale. Altre strategie adottate, per quanto di nicchia, sono l’intensificazione delle relazioni, l’ampliamento dei mercati esteri e la riconversione e l’estensione dell’attività produttiva.

 

‘Statistiche Flash’ di agosto sugli effetti del Covid 19 sulle imprese venete è scaricabile da giovedì al link

http://statistica.regione.veneto.it/pubblicazioni_statistiche_flash.jsp

 

Coronavirus: segui qui gli aggiornamenti della nostra redazione 



SCARICA LA NOSTRA APP:






ARCHIVIO NOTIZIE

20 maggio 2022 – Giornata Mondiale delle Api con 3Bee

In occasione della Giornata Mondiale delle Api, che si celebra il 20 maggio 2022, a Passepartout ospitiamo Niccolò Calandri, fondatore di 3Bee, startup italiana nata nel 2017 con l’obiettivo di proteggere le api con la tecnologia. Progetto dell’anno è “3Bee education”,...

18 maggio – Giornata Internazionale dei Musei

Si celebra il 18 maggio di ogni anno la Giornata internazionale dei musei,  organizzata dall’International Council of Museum dal 1977. Ogni volta viene selezionato un tema specifico per stimolare sulla consapevolezza dei musei come importante mezzo di scambio culturale, arricchimento...

Il Giro d’Italia e la LILT uniti nella lotta al cancro

Il Giro d’Italia e la LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – si uniscono per la promozione, su tutto il territorio italiano, della cultura della prevenzione oncologica come metodo di vita, uno degli obiettivi primari dell’associazione. In...

    Vedi altri...

Il 28 e il 29 maggio si va alla scoperta dei giardini segreti di Mantova

Oltre 40 giardini aperti per festeggiare la prima edizione primaverile di Interno Verde Mantova, che si terrà sabato 28 e domenica 29 maggio. Il programma sarà ricco di sorprese e novità, con decine di corti, chiostri e orti urbani pronti...

A Gonzaga un tuffo nel passato con “Del C’era una volta”

Secondo evento dell’anno alla Fiera Millenaria di Gonzaga per “Del C’era una Volta”, l’appuntamento della Millenaria dedicato ad antiquariato, modernariato e collezionismo cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni sia per qualità che per quantità degli espositori, fino ad arrivare ad essere...

Esotika Pet Show in programma alla Fiera MIllenaria di Gonzaga

Esotika Pet Show, il più grande circuito d’Italia dedicato agli animali esotici e da compagnia, arriva alla Fiera Millenaria di Gonzaga sabato 14 e domenica 15 maggio, dalle 9.30 alle 18.30. L’evento, organizzato e apprezzato in tutta Italia da oltre quindici anni,...

    Vedi altri...

“Cambia il tempo”, il progetto inclusivo di Gas Diving School di Bardolino

La G.A.S Diving School (Gruppo Amici Sub) di Bardolino, sta collaborando col Centro Sportivo Educativo Nazionale per realizzare un progetto che prevede l’integrazione fra ragazze e ragazzi normodotati e diversamente abili, denominato “CAMBIA IL TEMPO”. Il progetto è interamente finanziato...

Torna il Palio del Chiaretto di Bardolino

Dal 27 al 29 maggio 2022 il lungolago di Bardolino sul Lago di Garda si colorerà di rosa con il Palio del Chiaretto di Bardolino: 18 punti dedicati alla vendita e alla degustazione del Bardolino Chiaretto Classico Doc e Spumante...

5000 km, 7 giorni e 1 bicicletta: l’impresa di Michele Adami a Verona

Il veronese Michele Adami, 45 anni, gestore di un’agenzia immobiliare a Villafranca di Verona, appassionato di bicicletta, è pronto per un’incredibile impresa. Michele vuole battere il record del mondo di massima distanza percorsa con una bici montata su rulli. Il precedente...

    Vedi altri...

Un processo simulato per studenti, in presenza di un vero giudice

Un progetto interessante coinvolgerà 86 studenti di quattro classi dell’istituto Cattaneo-Deledda di Modena. L’iniziativa si svolgerà sabato 21 maggio, a partire dalle 9, e vedrà i giovani cimentarsi in un processo simulato per revenge porn, che sarà dibattuto davanti alla...

“Trema la terra” le AVIS della bassa modenese raccontano il sisma del 2012

Si chiama “Trema la terra” il progetto video che Avis Provinciale di Modena ha realizzato insieme alle 14 sedi Avis della Bassa colpite dal terremoto di dieci anni fa. Dal 20 al 29 maggio sui canali social dell’associazione (Facebook ed...

Musica e progetti benefici per il grande ritorno di Playa d’en Fossa

Verrà destinato al progetto “Una musica alla portata di tutti” della Fondazione Scuola di Musica “Andreoli” una parte del ricavato di Playa d’en Fossa, una delle manifestazioni più amate e partecipate della Bassa modenese, che tornerà sabato 21 maggio a...

    Vedi altri...

All’Arena di Verona 20 artisti ricordano Lucio Dalla

Una grande festa nel nome della musica di uno dei cantautori più amati di sempre: Lucio Dalla. Un omaggio in note quello di DALLARENALUCIO dove un cast unico, il 2 giugno dall’Arena di Verona, onorerà il cantautore bolognese, a dieci...

Tananai annuncia le date del tour nei club a maggio 2023

Dopo i sold out di tutte le date attualmente in corso, Tananai annuncia che tornerà live anche il prossimo anno con cinque appuntamenti nei club italiani più importanti: venerdì 5 maggio 2023 a Napoli, alla Casa della Musica, sabato 6 maggio...

Niccolò Fabi sul palco dell’Arena sarà accompagnato dall’Orchestra Notturna Clandestina

Un “regalo”. Così ieri, nel giorno del suo compleanno, Niccolò Fabi ha definito l’importante tassello che si aggiunge al racconto di ciò che accadrà il 2 ottobre all’Arena di Verona, in occasione del suo unico concerto nel 2022, quando, per...

    Vedi altri...


I commenti sono chiusi.